Liposcultura Addome-Fianchi

La liposcultura consente di rimuovere accumuli di grasso localizzati ottenendo un rimodellamento del profilo corporeo. Si utilizzano cannule molto sottili (2-3 mm) intervenendo anche sul grasso superficiale, a differenza della lipoaspirazione classica che utilizza cannule di grosso diametro (5-10mm) ed aspirando esclusivamente il grasso profondo.

Questa tecnica denominata liposcultura superficiale, lavora su due piani anatomici differenti, uno profondo per eliminare il grasso realmente eccedente e un altro superficiale, sottocutaneo, per ottenere una retrazione guidata dei tessuti. Si otterranno così risultati molto precisi, riducendo al minimo le irregolarità cutanee tipiche della lipoaspirazione tradizionale (onduline ed avvallamenti) e sfruttando la capacità di retrazione della pelle si avrà un piacevole sollevamento dei glutei con loro rotazione verso l’alto (“effetto lifting”).

INDICAZIONI
La liposcultura riesce a trovare indicazione praticamente in ogni sede anatomica. Oltre le sedi tipiche quali addome, fianchi, glutei, regione trocanterica (interno ed esterno delle cosce), ginocchia, oggi è possibile trattare anche sedi particolari quali la regione mandibolare e sottomentoniera (“doppio mento”), braccia, dorso, polpacci e caviglie.

TECNICA
L’intervento si effettua in anestesia locale se si tratta una o due sedi, in anestesia epidurale (“spinale”) per la parte inferiore del corpo o in anestesia generale se si interviene anche sulla parte superiore.
Si infiltra l’area da trattare con una soluzione contenente anestetico e sostanze vasocostrittrici per ridurre al minimo il sanguinamento e, attraverso piccole incisioni nascoste all’interno delle pieghe naturali della pelle, vengono inserite sottili cannule che vengono fatte scorrere con un movimento a raggiera, rompendo ed aspirando il grasso in eccesso. L’intervento si conclude facendo scorrere una cannula sottilissima, 2-3 mm., subito al di sotto della cute, allo scopo d’ottenere un’azione retraente verso l’alto (“effetto lifting”).
Nel corso dell’intervento, inoltre, è possibile ricorrere al reimpianto di parte del grasso aspirato (“Lipofilling”) per dare maggiore proiezione e tonicità ai glutei.

DECORSO
Al termine dell’intervento viene applicato un bendaggio elasto-compressivo ed indossata una guaina elastica (o dei collant elasticizzati) a seconda delle sedi trattate. Il bendaggio verrà tenuto quattro giorni e poi rimosso, la guaina elastica invece sarà indossata per circa trenta giorni. Inizialmente saranno presenti lividi e gonfiore che scompariranno gradualmente entro una decina di giorni circa e si potrà anche avvertire un certo indolenzimento per alcuni giorni. Importante iniziare un ciclo di linfodrenaggio manuale a partire da una settimana circa dopo l’intervento.
Il risultato sarà apprezzabile già dal momento in cui si rimuove la medicazione ma sarà sempre più apprezzabile con il riassorbirsi dell’edema postoperatorio migliorando progressivamente nei mesi successivi. Si deve evitare l’esposizione al sole per circa due mesi dopo l’intervento.

Un cenno particolare merita la recente introduzione di una tecnica innovativa denominata Liposcultura Laser Assistita (Laserlipolisi). Questa tecnica consente di ottenere più effetti contemporaneamente: scioglimento ed aspirazione del tessuto adiposo e retrazione dei tessuti sottocutanei grazie al passaggio di un raggio laser nei tessuti contemporaneamente allo scorrimento della cannula di aspirazione. Si può così intervenire in sedi anatomiche con rilassamento cutaneo considerate prima “difficili” (mandibola e collo, interno delle braccia e delle cosce, addome) e, in casi selezionati, senza dover ricorrere al bisturi (lifting del collo, lifting di braccia o di coscia, addominoplastica).

Gallery

Richiedi una consulenza gratuita

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03

Form by ChronoForms - ChronoEngine.com
Image
Dott. Stefano Bezzi

Linea Diretta: +39 348 0589908 
E-mail: info@bezzistefano.com