Trapianto Capelli - Tecnica Fut (Strip)

COS’E’ IL TRAPIANTO DI CAPELLI
Il trapianto di capelli (più correttamente autotrapianto) prevede la ridistribuzione dei propri capelli da un’area donatrice dove non cadono (regione occipitale o parieto-temporale) ad un’area ricevente dove cadono (zona calva).
Il moderno trapianto di capelli prevede l’inserimento nell’area calva di singole unità follicolari (FU=Follicolar Unit) ognuna delle quali costituita da uno a tre capelli (raramente quattro o cinque).

INDICAZIONI
Il trapianto di capelli permette di correggere l’”Alopecia androgenetica”, un tipo di calvizie causato dalla combinazione di fattori ormonali (androgeni) e genetici. Il meccanismo che è alla base dell’efficacia di questo intervento è, in sintesi, che i recettori dei follicoli piliferi della regione occipitale sono differenti da quelli della zona del vertice e della fronte e non risentono quindi dell’azione ormonale che provoca la caduta dei capelli.

TECNICA
L’intervento viene eseguito in anestesia locale. Il prelievo delle singole FU viene sostanzialmente effettuato mediante due diverse tecniche a seconda della preferenza del chirurgo: Escissione chirurgica con bisturi di una striscia di cuoio capelluto di circa 15 cm per un’altezza di 1-1.5 cm (FUTransplantation) oppure mediante piccoli bisturi circolari del diametro di 0.9 - 1 mm e trazione delicata delle piccole “carotine” così prodotte (FUExtraction). Entrambe le tecniche consentono di raggiungere ottimi risultati ed estrema naturalezza. Nella sede di prelievo resteranno delle cicatrici minimamente visibili con entrambe le tecniche. La FUT lascerà una sottile cicatrice lineare mentre la FUE produrrà dei microfori praticamente invisibili. In entrambi i casi i capelli residui occulteranno perfettamente la zona interessata dal prelievo. La tecnica FUE consente anche di trattare zone difficili come barba, baffi, sopracciglia, pube, ecc..

DECORSO
Il paziente potrà tornare a casa senza alcuna medicazione indossando un semplice cappellino da baseball e potrà effettuare il primo shampoo già dopo 48 ore. La sutura nella zona donatrice si riassorbe da sola in un paio di settimane (FUT). Saranno presenti nell’area ricevete delle crosticine per circa una decina di giorni. I capelli trapiantati cominceranno a ricrescere nella nuova sede dopo due-tre mesi prima più sottili e poi del calibro che avevano in origine nella zona di prelievo. Eventuali sedute successive verranno comunque effettuate dopo non meno di otto – nove mesi dalla precedente per dare modo ai capelli trapiantati di attecchire perfettamente.

PRO E CONTRO
Necessità di radere la zona donatrice, tempi di esecuzione più lunghi e costi maggiori per la FUE.
Cicatrice leggermente più evidente per la FUT.

Vedi anche la voce PRP nella sezione “Laser e Nuove Tecnologie” per la terapia della calvizie con fattori di crescita.

Per ricevere il consulto online relativo all’autotrapianto dei capelli è necessario fornire i seguenti dati, in aggiunta a quelli richiesti nell'apposito modulo:

1) età
2) terapie per la cura della calvizie in corso
3) numero di casi di calvizie in famiglia
4) eventuali interventi di autotrapianto effettuati
5) 4 fotografie ben a fuoco e su sfondo chiaro, che mostrino interamente il capo:
- visione frontale/anteriore del capo
- visione frontale del capo chino verso il basso
- visione dall’alto del capo
- visione posteriore del capo

Gallery

Richiedi una consulenza gratuita

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03

Form by ChronoForms - ChronoEngine.com
Image
Dott. Stefano Bezzi

Linea Diretta: +39 348 0589908 
E-mail: info@bezzistefano.com