CHIRURGIA ESTETICA VAGINALE (INTIMA)

Image

La chirurgia estetica vaginale nasce negli Stati Uniti verso la metà degli anni '80 e comprende un insieme di procedure che hanno lo scopo di migliorare l’estetica dei genitali femminili.

La richiesta di queste procedure è in costante crescita e si sta progressivamente diffondendo, via via che vengono superati tabù e timori da parte delle donne nell’affrontare certe problematiche.

I difetti estetici intimi possono condurre ad importanti problemi di autostima e sicurezza personale e talvolta sono correlati anche a disturbi funzionali.

Le motivazioni che ne sono alla base, possono quindi essere sia di origine estetica che medica, ed interessano un arco di età estremamente ampio.

Sono oggi disponibili diversi interventi di chirurgia estetica vaginali finalizzati alla correzione di specifici inestetismi.

LABIOPLASTICA

La Labioplastica consente di ridurre le dimensioni delle piccole labbra o la correzione di eventuali asimmetrie. Si tratta del tipo di intervento più richiesto, in particolare dalle ragazze più giovani, in cui il tessuto eccedente, crea rilevanti problematiche psicologiche, in particolare nei rapporti sessuali vissuti con imbarazzo e grande disagio.

Lo scopo di questo intervento è di ottenere piccole labbra ben definite ed in equilibrio rispetto alle attigue grandi labbra. L’intervento si esegue in anestesia locale con eventuale sedazione. La ripresa di una normale vita sociale e lavorativa avviene dopo circa un paio di giorni. La ripresa dell’attività sessuale è sconsigliata prima di 6/8 settimane. E’ presente un certo edema e gonfiore della zona trattata per almeno una settimana.

In alcuni casi anche le grandi labbra vaginali con il passare del tempo possono subire un rilassamento e risultare eccessivamente grandi, e richiedere quindi la medesima correzione per ripristinare le dimensioni originarie.

RINGIOVANIMENTO VAGINALE LASER ASSISTITO

Le motivazioni che sono alla base dell’aumento di richiesta del “ringiovanimento vaginale”, possono essere di origine puramente estetica o anche medica per motivazioni funzionali. L’avvicinarsi della menopausa, comporta spesso l’insorgenza di alcuni disturbi tipici quali irritazioni, secchezza delle mucose, dolori durante i rapporti sessuali, perdita di tono ed elasticità dei tessuti vaginali, lieve incontinenza urinaria.

Questi fastidi compaiono intorno ai cinquant’anni, in correlazione al calo degli estrogeni che determinano la diminuzione dell’idratazione delle mucose e l’assottigliamento dell’epidermide. Fino ad ora è stato possibile ricorrere alla sola terapia ormonale sostitutiva, con i suoi aspetti positivi ma anche con alcuni fastidi.

Oggi è possibile integrarne l’azione mediante un trattamento laser a diodi di ultima generazione. L’azione di stimolo del raggio sulle pareti della cavità vaginale, oltre a determinare un aumento del tono muscolare, stimola la produzione di nuovo collagene, migliora la circolazione sanguigna restituendo idratazione ai tessuti e stimola la residua produzione di estrogeni locali.

Si tratta di un trattamento non invasivo che si pratica previa applicazione di una semplice crema anestetica, spesso associato ad infiltrazioni di acido ialuronico o di fattori di crescita del collagene.

Il risultato, osservabile già dopo un solo mese di sedute, è quello di avere l’eliminazione dei fastidi o quantomeno una loro drastica riduzione, e restituire all’intera area una tensione adeguata.

LIPOSCULTURA DEL PUBE E RIEMPIMENTO DELLE GRANDI LABBRA

Si esegue anche la liposcultura del mons pubis e delle grandi labbra, tramite tecniche di lipoaspirazione e tecniche di innesto di grasso autologo.

Il Rimodellamento del pube è una richiesta frequente che permette di ridurre il tessuto adiposo sovrapubico e del monte di Venere ed eventualmente delle grandi labbra, restituendo a questa zona un contorno più definito ed armonioso. L’intervento prevede una lipoaspirazione con cannule estremamente sottili da non lasciare segni particolarmente visibili.

 In alcuni casi le grandi labbra sono invece atrofiche, prive di tono o di volume. In queste situazioni si può correggere lo svuotamento e la flaccidità dei tessuti, attraverso un riempimento effettuato mediante un innesto del proprio grasso (Lipofilling), prelevando il tessuto adiposo da una sede vicina (ad es. l’interno delle cosce). In alternativa si possono effettuare delle infiltrazioni di filler all’acido ialuronico. Il risultato sarà di conferire un aspetto più tonico a delle mucose avvizzite e ipotoniche, ottenendo grandi labbra più turgide e dall’aspetto più giovane.

Viene richiesto sempre più frequentemente anche il G-spot enhancement o Amplificazione del Punto G, che consiste nell'inserire un filler, nella parete vaginale anteriore allo scopo di aumentarne la sensibilità, essendo qui localizzato secondo molti autori il famoso “Punto G”. In questo modo, durante la penetrazione, il pene aderirà maggiormente alla vagina.

PERINEO PLASTICA LASER ASSISTITA

La metodica prevede l’utilizzo di un Laser CO2 frazionato che, sotto controllo del computer, produce centinaia di microscopici forellini di pochi micron di diametro nello spessore della pelle, raggiungendo con alta precisione il livello di profondità desiderato e minimizzando il danno termico sui tessuti. In tal modo si ottiene una intensa reazione rigenerativa con retrazione delle fibre collagene, produzione di nuovo collagene ed una maggior tensione della cute.

Si tratta di una procedura rapida che può essere effettuata previa applicazione di una semplice crema anestetica ed ha tempi di guarigione molto veloci.

In concomitanza, utilizzando un particolare laser a diodo (ringiovanimento vaginale laser assistito), potrà essere trattato anche l’orifizio vaginale che nel tempo abbia perso tono ed elasticità. La zona perineale apparirà meno grinzosa e con una colorazione più chiara e uniforme, i tessuti cutanei saranno più tesi e compatti, con un sensibile ringiovanimento della zona trattata.

IMENOPLASTICA

La richiesta di questo intervento è in progressivo aumento. Richiesta normalmente da giovani donne legate a culture che esigono la verginità della donna per ragioni di tipo sociale o religioso.

Consiste nel ricreare l’integrità della membrana imeneale ricostruendola, quindi restituendo chirurgicamente una seconda “verginità” alla paziente.

Dott. Stefano Bezzi

Linea Diretta: +39 348 0589908 
E-mail:

Le nostre Sedi

Padova
P.le Stazione, 7
Pordenone
Via Forniz, 2 - Porcia
Rimini
Poliambulatorio Nuova Medicina
Viale del Prete, 69 - Cattolica
Venezia Mestre
Villa Rondina - Studi Medici
Via Mancini, 11